mercoledì 8 febbraio 2012

Pubblicità insopportabili #2 - Casi umani


Perchè fa così con la boccuccia?
Ha succhiato un limone?
Attenzione, il post che state per leggere è altamente tossico (ed è dedicato ad Anni).

Non posso più tacere. Avverto l'impellente bisogno di spendere qualche parola di compassione per il circo di casi umani che popola la nostra televisione, e comincerò con una VIP che ultimamente ha fatto molto parlare di sè, Elisabetta Canalis. Sicuramente l'avrete vista anche voi sfoggiare la sua lucente chioma (incerata, non trovate?) nel nuovo spot Pantene, ma avete fatto caso alla colonna sonora?
Si tratta dell'inconfondibile Happy Ending, una scelta musicale a dir poco tragicomica.
Infatti mentre Eli decanta con voce atona il suo splendore tricologico, il coro di Mika cinguetta "This is the way you left me, I'm not pretending. No hope, no love, no glory...no happy ending...", ("E così che mi hai lasciato, non sto fingendo. Nessuna speranza, nessun amore, nessuna gloria... nessun lieto fine") come a sottolineare sadicamente l'ondata di sfiga che si è riversata sulla showgirl, nuova Didone abbandonata. La storia con George Clooney, infatti, ha avuto tutt'altro che un happy ending (credo che le donne di mezzo mondo abbiano gufato contro di lei) e quanto alla glory, ne ha avuta pochissima dopo la figuraccia dello scorso San Remo: la sua presenza sarà ricordata solo per le risatine e le gomitate inopportune e per l'aria spocchiosa da "vi sto facendo un favore", senza contare che è stata totalmente eclissata da una Belén millechiodi che ha fatto di tutto e di più. 
Dopo l'inglese incerto delle interviste sul palco dell'Ariston, abbiamo avuto la conferma che la Canalis è arrivata a stento alle forme di saluto ("Goodmorning, Mr. Clooney!"): se avesse realmente imparato l'inglese si sarebbe rifiutata di associare il suo volto a una canzone che sottolinea i suoi fallimenti.
Pare che ora si stia consolando con un prestante stunt americano, ma si sa, più in alto sali, più ti fai male quando cadi!
Spero solo che almeno le consumatrici di Pantene abbiano un lieto fine con i loro capelli...

 Ma ora passiamo ad un altro sex-symbol che accende le fantasie di milioni di italiani e che recentemente è tornato a circolare sulle reti nazionali. Ovviamente parlo della signora Liana, la postina dello spot di Polident, che ci ha regalato perle come:
"Adesso con Polident, davanti a una bella fetta di lampone, me ne mangio due fette..."

 La signora Liana è una maestra del nonsense degna erede di Lewis Carroll, e sicuramente i suoi aforismi raggiungeranno presto la popolarità di quelli di Oscar Wilde.


E infine, non posso ignorare la segnalazione della mia amica Bobo (Anni), che ha manifestato tutto il suo disprezzo per la pubblicità del sito di viaggi Trivago.
Passi la voce dello speaker che vuole sembrare a tutti i costi sexy e accattivante, ma come non commentare i protagonisti dello spot? Lui è un filosofastro con una barba incolta da fare invidia a Gandalf il Grigio (e assomiglia maledettamente all'autore di Moby Dick, Herman Melville), mentre lei è la Ragazza con l'orecchino di perla in versione punk, che rimpiazza il vecchio turbante con l'asciugamano della SPA. L'immagine che vi ho preparato si commenta da sola...

Poi, l'interrogativo finale...
L'enigmatica risata dei due quando si incontrano in ascensore...

6 commenti:

  1. ahahahahahahahahaahahah! cattivissimo, ma giustamente irritato! comunque le somiglianze sono davvero impeccabili! O___o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto? :D ne vado particolarmente fiero *___*

      Elimina
  2. allora, la signora Liana dovrebbe diventare il nuovo personaggio dell'anno, un po' come successe a Accorsi col maxibon. la signora Liana se lo merita!!!
    per quanto riguarda la Canalis, ogni volta che vedo quello spot mi viene voglia di lavarmi i capelli col marsiglia e di smettere di pettinarmi fino a sembrare maga magò o un neanderthal. così, tanto per distinguermi.

    RispondiElimina
  3. Ahahahahah scommetto che gli USA farebbero carte false per liberarsi di quel soprammobile della Canalis e prendersi in cambio la mitica Liana! Lei si che è pronta per il grande schermo...

    RispondiElimina
  4. Se ti capita leggi cosa scrivono gli americani della Canalis: la odiano terribilmente, le danno dell'opportunista incapace ecc...
    Liliana è il nostro nuovo oracolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha sì, mi era parso di sentire qualcosa in proposito... e hanno pienamente ragione! :D Non so propria cosa ci faccia lì, visto che fa solo finta di conoscere l'inglesa... bella, ma senza nè arte nè parte :P

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...