giovedì 5 aprile 2012

Tea Party nel Paese delle Meraviglie (prima parte)

E' arrivata la primavera! E' tempo di fiori, rondini in volo e "allegre scampagnate nei boschi"... ma per me e tutti i bimbi dell'asilo, la primavera è soprattutto tempo di lavoretti pasquali!
Come impiegare questa vampata di creatività che mi assale? Semplice! Organizzando un mad tea party ispirato a Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, ovvero: un classico senza tempo, nonchè il sogno di una vita.
In questo e nel prossimo post dedicato all'argomento vi proporrò alcuni suggerimenti gastronomici e svariate, pazze idee per decorare la vostra tavolata vittoriana!
L'ideale sarebbe allestire tutto all'aperto, ma se non avete un giardino o una veranda (come nel mio caso) dovrete optare per un tè casalingo (che comunque hai suoi vantaggi: qui in Puglia da un po' di giorni a questa parte soffia un'impetuosa bora triestina che rischierebbe di schizzare il tè in faccia a tutti gli invitati o, nella peggiore delle ipotesi, spazziarci via tutti fino al regno di Oz, ma quello è un altro libro...)
Bando alle ciance, entriamo subito nel vivo! Iniziamo dall'ingrediente principale di ogni tea party degno di questo nome: il . Io ho scelto un cocktail di sapori esotici che fa tanto Commonwealth: tè verde, rooibos, fiori di karkadè, rosa canina, maracuja, biancospino e ananas (FrutTè di Planta Medica).
Quanto alle delikatessen, vi passo sottobanco la ricetta semplice semplice dei dolcetti al cocco di mia sorella, altrimenti noti col lezioso nome di Cocco-le. Si tratta di una versione light dei Raffaello... in pratica sono fatti di luce, aria e pensieri felici. Che gusto però! Ecco qui la ricetta, un procedimento davvero elementare, anche per chi è rimasto fermo all'Humpty Dumpty all'occhio di bue. Prima di cimentarvi in qualsiasi prova gastronomica, ricordate sempre cosa vi direbbe Anna Moroni: ti sei lavato/a le mani, tesoro?
Non si sbaglia mai, così. Garantito.


Avrete senz'altro notato le decorazioni a forma di fenicotteri, sfortunate mazze da croquet della Regina di Cuori (evidentemente ignara delle leggi a tutela degli animali... se lo venisse a sapere sarebbe il finimondo: ta-glia-temi la teeesta!"). Realizzarli, comunque, non è difficile: disegnate (o stampate) e ritagliate alcune sagome di questo eccentrico uccello e incollatene due tra loro frapponendovi uno stuzzicadenti, dopodiché aggiungete i dettagli con i pennarelli. Io ho dotato le "zampe" di un tocco coloristico in più, utilizzando questo nastro adesivo fucsia ereditato da mio zio, che lo usava ai tempi dell'università. Non chiedetemi a cosa servisse: è un mistero irrisolto della cancelleria anni '80. In effetti, guardandoli meglio, più che le zampe rosate dei fenicotteri quelle sembrano gli scaldamuscoli fluo di Cindy Lauper...


E ora che abbiamo sudato ai fornelli, ci riposiamo un po' con qualche idea per le decorazioni! Ecco qui i quattro segnaposto che ho realizzato: Alice, la Regina di Cuori, il Cappellaio Matto e il Bianconiglio. Li ho fabbricati utilizzando una tecnica mista: collage, disegno libero e applicazioni in stoffa o altri materiali (come il fiocchetto di tulle sul cammeo di Alice o la cordicella di una bustina di tè per la tazza-tuba del Cappellaio). Se il disegno non è il vostro forte, oltre che minacciare con un'ascia da boia quel vostro amico che disegna come Raffaello (tutti hanno un amico del genere), potete sempre stampare da internet delle immagini adatte, magari le splendide illustrazioni originali di John Tenniel.
Dove mettere il segnaposto? Potete legarlo al manico della tazzina con un nastro coordinato come ho fatto per la Regina, oppure nasconderlo nel risvolto del tovagliolo a forma di cuore come per Alice. Quanto ai tovaglioli, ho preferito optare per i colori primaverili (rosa, celeste, verde chiaro, lilla...) e riservare i colori più accesi ai segnaposto personalizzati. Cliccando qui potete seguire il video-tutorial di una certa Mrs.Gill, che, allegra e sorridente, vi mostrerà come piegare i tovaglioli a forma di cuore. E' facile come bere una tazza di tè!
Naturalmente potete realizzare figure più ambiziose, come il Bianconiglio, la rosa, il Big Ben e le infinite altre varianti disponibili su Youtube, ma in tal caso i tovaglioli di stoffa sono sicuramente i più indicati.


Ora ritorniamo in cucina e occupiamoci del piatto forte! Mezzo mondo è ossessionato da cupcakes e macarons, ma io ho preferito dare spazio a un altro dolcetto che, dopo molti anni di popolarità, è oggi ingiustamente trascurato: il muffin. Essendo intollerante al lattosio, ho seguito la ricetta vegana del blog di CambioCuoco (blog consigliatissimo, vista la grande attenzione rivolta alla cucina light e lacto-vegetariana). Se però siete degli inguaribili succhia-mucche, ecco qui la ricetta straripante di lattosio di Giallo Zafferano. Qui, invece, trovate le istruzioni per la ghiaccia reale, perfetta per decorare muffin, biscotti e cupcakes! Se siete nati per maneggiare il sac à poche, un bel "Eat me" glassato è l'ideale per rendere davvero carrolliano il vostro tea party (come avrete notato, me n'è venuto "bene" solo uno... ma con la ghiaccia reale potete farci di tutto, anche dei simpatici pois effetto funghetto allucinogeno del Brucaliffo, in più la farina di cocco, lo zucchero a velo, le gocce di cioccolato bianco e le codette colorate fanno pur sempre la loro porca figura!)


Se questi suggerimenti vi sono piaciuti, non perdete il post di domani, con tante altre pazze idee per la decorazione della tavola, l'abbigliamento e in più una grossa, grassa sorpresa!
(So cosa state pensando, e la risposta è sì: sono matto come un cappellaio!)

8 commenti:

  1. Non sono mai stata una fan sfrenata di Alice in Wonderland ma dei biscotti al cocco sì!! Comunque, si dà il caso che io "possegga" una sala da the ultra privata (nella mia stanza) e che credo che il look da te proposto verrà presto copiato,visto che è parecchio bello!
    Alex V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ti ringrazio!!! ;) sono a tua disposizione! La mia mente lavora già febbrile per i prossimi tè a tema...

      Elimina
  2. :) troppo carino Raffy! Il mad tea party è riuscito in pieno! Ti rinnovo i miei complimenti, era tutto delizioso e originale *-* quando lo rifacciamo??? ^^

    PS. hai fatto bene a postare le ricette così posso far fare a mamma tutte queste specialità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha cuore, mi fa piacere!!! :D
      Ma perchè non cimentarsi di persona ai fornelli??

      Elimina
  3. Raffy ma sono una frana! La pastina secondo mio fratello continuo a farla troppo al dente e insipida :(
    So fare solo il caffè, il latte caldo (ma non penso t'interessino), pane e nutella, le piadine, la carne e ovviamente...il tè! :)

    RispondiElimina
  4. Ahahahahahaha il latte caldo XD XD Anny, secondo è solo questione di mettersi di buona volontà :P

    RispondiElimina
  5. Ma... Wow! Tutto adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! *____*
      Ci ho messo davvero tutto il cuore nell'allestirlo...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...