martedì 23 aprile 2013

Un Tea Party nella Vecchia Cara Inghilterra

 
Se c'è una cosa che mi manca della cara vecchia Inghilterra, oltre ai paesaggi gotici, i parchi e la mia dose giornaliera di cinese take-away, è la colazione tradizionale, quell'apoteosi di adipe, quel carro trionfale di colesterolo, quella cornucopia di calorie che ti aiuta ad affrontare al meglio anche la più uggiosa delle giornate oltremanica. E quale pretesto migliore per immergere la faccia in un mare di bacon e uova strapazzate se non organizzare un tea-party mattutino?
Magari lo si può declinare in forma di brunch, giusto per non rivoltare troppo i delicati stomaci tricolore dei vostri ospiti...
Se dipendesse da me, mangerei salsicce e fagioli in salsa di pomodoro anche prima del canto del gallo, ma penso sia meglio attuare qualche piccola modifica al menù, come, per l'appunto, escludere i fagioli. Tuttavia non posso transigere sulle salsicce, nè sul bacon e i funghi, magari infilati in un mini-sandwich o tra due fette di pane ben tostato. Non si può definire inglese, poi, una colazione che non preveda le uova.Vi riporto qui sotto la ricetta segreta delle perfette scrambled eggs, così come mi è stata sussurrata all'orecchio da nonna Older sul letto di morte. A dire il vero la signora era perfettamente in salute e le auguro di vivere ancora a lungo, ma "sul letto di morte" fa più effetto di "in cucina, davanti a una tazza di tè."
Come potrete leggere, si tratta della ricetta tramandata da generazioni di puristi, una ricetta senza sale, olio, panna, succo di mucca o altre aggiunte inutili e poco ortodosse. Si tratta di un processo alchemico, un rituale in cui pochi ingredienti rarefatti si uniscono in mistico sposalizio e danno vita alla quintessenza della bontà.
 
Non esistono tempi precisi: bisogna continuare a girare per qualche
minuto, finchè non raggiunge la consistenza di una poltiglia flaccida
ma compatta.
 Come avrete di certo notato, l'atmosfera è decisamente meno formale dei miei tea-party precedenti: arrivederci pretenzioso servizio da tè  e benvenute tovagliette all'americana e mug sbeccate a forma di autobus a due piani!
Ho pensato di tirar fuori i vecchi souvenir, inclusi gli inutilizzati sottobicchieri con i migliori panorami londinesi, per omaggiare l'inimitabile kitsch inglese. Peccato non essere riuscito a procurarmi una di quelle orribili tazze con i volti estatici di William e Kate, ma provvederò al più presto a rimediare. Dopotutto, basta far partire Spice up your life a palla, oppure la sigla del Benny Hill Show, e scongiurerete facilmente qualsiasi sospetto di raffinatezza ed eleganza.
Dulcis in fundo, per accompagnare l'Earl Grey, servite in tavola qualche Camillina, ovvero delle semplici tortine di carote, banali in modo quasi imbarazzante, ma dal sapore piacevolmente anni '90. Da notare la decorazione all'avanguardia, ottenuta mediante la tecnica dello stencil con un semplice tappo di bottiglia. In origine sarebbero dovute essere delle margherite, ma a guardarle si direbbero più delle uova all'occhio di bue, il che è anche meglio, visto che il tema è il full breakfast inglese.

 
Mentre mettete a dura prova le coronarie dei vostri invitati con cibi ipercalorici, non dimenticate di molestarli in ogni modo possibile, come ogni bravo padrone di casa. Potete, per esempio, costringerli a indossare orrendi cappellini da cerimonia come al matrimonio reale, oppure obbligarli a parlare con un accento inglese fasullo, o ancora potete nascondere da qualche parte un piccolo pupazzetto a forma di volpe e promettere un premio al vincitore della "caccia alla volpe", sollazzo tanto caro all'aristocrazia britannica. Se avete qualche penny da buttar via, vi suggerisco anche di scaricare l'app Children Preview per scoprire in anteprima che aspetto avrà il pargolo in arrivo a casa Windsor, se il piccolo riceverà il segnale della BBC direttamente dalle orecchie come nonno Carlo o se avrà i capelli color cheddar come lo zio Harry. I più perversi potranno anche dare un'occhiata al volto di loro ipotetici figli avuti da Carlo, il principe Filippo o dalla sempre piacente Elisabetta II. Vedeste che carini i centaurini che nascerebbero da una mia virtuale unione con Camilla!
Se vi dedicherete a tutte queste entusiasmanti attività certamente nessuno dei vostri ospiti tornerà a casa con un muso lungo alla Victoria Beckham (ma se mangerete tutta quella roba non sperate di mantenere ancora per molto la forma fisica della suddetta.)
 
I Tea Party precedenti:
Un Tea Party natalizio con lo Schiaccianoci;
Un Tea Party con delitto;
Un Tea Party nel Paese delle Meraviglie - 1° parte2° parte.

10 commenti:

  1. oh raffy @.@ deliziosi ricordi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *______* già! Il profumino della pancetta che sfrigola in padella... :*

      Elimina
  2. mmm yak, quelle scrambled eggs erano proprio buone! :P
    Dai, secondo me ogni tanto ci possiamo concedere una English Breakfast che vale come pranzo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo bobo, ma colazione quel mappazzone si brucia più in fretta :P

      Elimina
  3. Adoro i tuoi tea party! ... Anche se per la colazione inglese devo essere psicologicamente preparata, se no il mio fegato fa la olà! Non sapevo la ricetta delle uova strapazzate, ma in effetti con l'acqua sono più leggere e si sente, pensavo fossero fatte come quelle in camicia.
    Noi la domenica mattina facciamo sempre colazione con l'oats, sai per sentirci meno immigrati... ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! *___* Non sai che invidia... vorrei tanto trasferirmi anch'io... se non fosse per la pioggerellina incontinente :P
      Io ricordo che mi piacque molto anche il porridge! :P

      Elimina
  4. Raffy sappi che aspetto l'invito per questo tea Party british! Però voglio anche la salsiccia ed i fagioli. Ah, la cara english breakfast! <3 Le calorie per il fabbisogno di un mese in una sola colazione! <3
    Sappi che quando mi inviterai ti porterò una cosa che hai descritto, ma che io possiedo. Da buon amante del trash ho la tazza del Royal Wedding di William e Kate, che tengo gelosamente tutta per me :)
    Le camilline, così tenere, così carine; poi pensi a Camilla. Argh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto quello che vuoi Ciuffs, anche i fagioli *______* che invidia, anch'io voglio la tazza di William&Kate, e pure di Carlo&Diana, e di Carlo&Camilla, e di Elisabetta&Filippo, e di Harry&Lapresidentessadiun'isolacaraibicachenonricordo...può essere la Giamaica? *____*

      Elimina
  5. I tuoi deliziosi Tea Party mi hanno indotto a segnalare il tuo blog per un premio che sta girando, spero ti faccia piacere. Vieni a ritirarlo qui:
    http://lemusedikika.blogspot.it/2013/05/supersweet-blog-award.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille *____* Mi fa davvero piacere, è stato un pensiero... come dire, dolcissimo :)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...