venerdì 30 novembre 2012

Ma che c'è Surreal Time? #4 - Cambio canale...disperatamente

Per arredare casa, meglio il bianco e nero di Paola o i colori psichedelici di Barbara? 
Ogni volta che Real Time trasmette Cerco/Vendo casa... disperatamente, io cerco il telecomando altrettanto disperatamente. Nutro una profonda ammirazione per chiunque sia riuscito a vederne un episodio intero. A farmi desistere sono bastati i siparietti tra Paola Marella e i suoi collaboratori. Ho intravisto per mesi vecchie repliche in cui non faceva altro che flirtare spudoratamente con l'architetto Luca Cabassi, neanche fossero la tata e il signor Sheffield. Che poi Luca più che un esperto di divani e lampadari, si direbbe appena uscito dalla lampada di Aladino o da un flacone di Mastro Lindo Sgrassatore. 
Mi struggo dalla voglia di sapere se la nostra bicromatica mediatrice immobiliare continui a fare piedino sotto la scrivania anche ai nuovi architetti, ma se per saperlo devo sorbirmi ristrutturazioni approssimative, macchie d'umido, colori improbabili alle pareti e Ra ta ta ta in loop, allora preferisco tenermi la curiosità. 

Ecco i numerosi personaggi dello spettacolo che si sono ispirati a Paola Marella per le
loro chiome bicolore. Rogue è stata recentemente citata per plagio dalla conduttrice.
In passato il motto era "a letto dopo Carosello", oggi "a nanna dopo due secondi di Paint your life", programma estremamente soporifero, anche noto come l'Art Attack per adulti. E quando dico "per adulti" non intendo "a luci rosse", perché niente a questo mondo è meno sexy della salopette bianca della flemmatica Barbara Gulienetti, che ha sempre l'aria tramortita di una che ha sniffato vernice per ore. Lei e gli spettatori del suo programma fanno a gara a chi perde conoscenza per prima. D'altronde è normale perdere un po' di contatto con la realtà quando si trascorrono pomeriggi interi a spennellare pareti con i tutti i colori dell'arcobaleno e creare inutili trompe l'oeil.
Da quando l'ho vista deturpare un pianoforte tingendolo di blu elettrico e coprendolo di spartiti in decoupage, non ho più avuto il coraggio di guardarla.
Senza  contare quella volta che trasformò la specchiera del bagno in una scrivania. Bellissima. Peccato che non ci entravano neanche le braccia.
Ma infondo non importa se gli oggetti siano funzionali o no, ciò che conta è che sembrino fatti da un bambino in età prescolare e che facciano lacrimare gli occhi.
"Io lo trovo bellissimo" commenta alla fine di ogni creazione. "Non è meraviglioso?"
Fortunatamente per lei non può sentire la mia risposta. Intanto, da qualche parte, un interior designer muore di dolore.
Dimenticavo che Barbara presenta anche Com'è fatto, il programma concepito per intrattenere i pedanti professori di educazione tecnica di tutta la nazione. Me lo immagino incollato al televisore, il mio professore, con l'unghia del mignolo più lunga delle altre per indicare meglio gli errori sulle proiezioni ortogonali dei suoi imprecisi alunni... me lo immagino perfettamente, ipnotizzato davanti alla catena di montaggio dei cotton fioc, con un rivolo di bava che gli pende dalla bocca.

24 commenti:

  1. Ra ta ta ta in loop..... ahahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah odiosa quella benedetta musichetta! :D

      Elimina
  2. È pensa invece che io ho scoperto real time proprio con Barbara... Poi va beh, ho capito quasi subito che 'sta donna ha seri problemi con gli accostamenti cromatici e con il legno... Così sono passata a Paola Marella, che non sa fare un cavolo ma è tanto chic! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad attirarmi verso Real Time sono stati Enzo e Carla (che ho conosciuto innanzitutto grazie alle imitazioni di Ubaldo Pantani e Virginia Raffaele), perciò ho conosciuto Barbara in seguito... e non l'ho più frequentata! :D Quanto a Paola... sì, è sicuramente una donna di innata eleganza, ma le sue trasmissioni proprio "gna faccio" a vederle >___<

      Elimina
  3. No dai io sono riuscito a vedere una puntata intera di Cerco casa... Perchè era ambientato a Londra. Chiaramente acquirenti che si accontentano di poco "vorrei una casa in Portobello Road, tre piani, garage, giardino interno, e sui ventimila metri quadri". Cioè fuori dal mondo!
    Su Barbara purtroppo non ho mai avuto un grande feeling! ://

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora hai la mi ammirazione (a dire il vero l'avevi già prima) :) Io penso che non riuscirei a guardare una puntata di Paola neanche se andasse a cercare case a Narnia :D

      Elimina
  4. AHAHAHA raffi stavolta non ho nulla da ridire su quello che hai scritto:P
    Io mi chiedo ancora come mia madre riesca a vedersi intere puntate di Cerco casa :S Boh, forse a lei interessa veramente l'architettura e il design solo che sono proprio lontane dal suo stile le cose che propongono...mistero. Però Barbara è ufficialmente insopportabile all'80 % della popolazione Real Time, secondo me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammirazione profonda anche per tua madre, che non so veramente come faccia... non credo che quello sia lo stile di qualcuno, comunque. :D Quanto a Barbara, credo che la percentuale possa anche essere più alta...
      :*

      Elimina
  5. Come promesso :)...

    Mya

    RispondiElimina
  6. ahahaha!! Cerco casa è un bellissimo programma perchè posso vedere case che NON vedrò mai in vita mia (visti i budget indecenti) ma si tratta di deformazione professionale visto che sono architetto. Sui conduttori, ci metto una pietra sopra.
    Per quanto riguarda Barbara: l'avevo già abbandonata da tempo, ma quando ho visto per caso il pianoforte blu, mi sono chiesta chi le da la licenza a decappare tutto quello che le capita a tiro. E non si dica che è Shabby chic!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' in quanto architetto (ma lo possiamo usare il femminile "architetta"? Sì, usiamolo, ho scoperto che si dice anche "avvocata"...)mi sembra comprensibile... io, da ignorante in materia, preferisco guardarmi le case pazze degli americani su MTV... di un trash unico, ma divertenti :)
      Comunque mi hai rubato le parole di bocca, riguardo Barbara! Ha il decappaggio facile... qualunque cosa sia :D
      Per quel pianoforte blu sarebbe da arrestare, comunque. Non c'è tipo una Corte Suprema dell'Architettura, dell'Arredamento e del Design d'Interni?

      Elimina
  7. "Ogni volta che Real Time trasmette Cerco/Vendo casa... disperatamente, io cerco il telecomando altrettanto disperatamente." Io faccio ESATTAMENTE così XD Questo post rispecchia perfettamente quello che penso io su queste trasmissioni. Non ce l'ho mai fatta a vedere per intero "Cerco casa disperatamente" e lei non la sopporto, non sopporto il modo in cui parla, ma proprio niente di niente di lei. E gli architetti... beh a volte quando li sento fare delle ipotesi di rinnovamento o li sento descrivere alcune abitazioni mi viene un po' il dubbio se siano o no dei veri architetti... e parlo con cognizione di causa (anni di studio varranno qualcosa u-u). E l'Art Attak per adulti... com'è che ogni cosa su cui mette mano Barbara è più brutta di prima? O meglio prima cosa aveva che non andava (come il sopracitato pianoforte?). Bah. Comincio a pensare che Real Time renda la gente incapace di fare il proprio lavoro.
    Brillante come sempre caro, questa rubrica, "Surreal Time", l'apprezzo veramente tanto :D Alla prossima :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono contento che ti piaccia anche questa rubrica *___* Comunque penso che tu abbia scoperto il segreto di Real Time... it's a Real Waste of Time ;)

      Elimina
  8. Mamma mia XD quando odio Certo/Vendo casa. Numero uno perchè veramente no se po' guardare la Marella che flirta spudoratamente con chiunque (pure con la un pilastro portante della casa) e poi .... dai O_O ma c'è VERAMENTE qualcuno con un budget di spesa (con la crisi attuale) di un milione di euro?! Ma vi prego =.=
    Paint your life poi be... una pietra miliare XD nel panorama televisivo. Dove la trovi un'altra donna capace di trasformarti la tavoletta del cesso in uno splendido vassoio?
    X°D E' anche vero che grazie a questo programma sono riuscita più di una volta a sopire le ansie pre esame e ad addormentarmi nel giro di qualche manciata di secondi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto il tuo commento ridendo per tutto il tempo come un beota all'idea di Paola Marella che accarezza con aria languida il pilastro...
      AHAHAHAHHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHHA

      Elimina
    2. Ma è verità XD ahahah! Guarda attentamente e la prossima volta la vedrai flirtare con la moquette u.u

      Elimina
  9. Me ne vergogno un po', ma inizialmente seguivo assiduamente paint your life...poi però ho trovato un centro per faidateisti anonimi e mi sono disintossicata.

    e per fortuna che mi sono fermata alla visione e non alla produzione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaaaaao Vale!
      Il primo passo è ammetterlo, e tu ce l'hai fatta. Ti ringrazio tantissimo per aver condiviso la tua esperienza con noi! Sono sicuro che tante persone ancora intrappolate nel tunnel del fai-da-te si sentiranno incoraggiate a lottare contro questa dipendenza. Grazie per la tua preziosa testimonianza. Che Dio ci dia la forza di non ristrutturare quello che non ha bisogno di essere ristrutturato, e di decorare solo quelle che può essere decorato!

      Elimina
    2. cosa dire di altro se non: YES, WE CAN!!!

      Elimina
  10. sto morendo dalle risate, condivido tutto tutto tutto! mia sorella adora paint your life per qualche motivo inspiegabile, anche se non è capace neanche di tagliare lo scotch da sola. l'altro giorno quell'elfo di paint your life ha creato una favolosa collana di palloncini di plastica annodati (sgonfi per fortuna) che se ci ripenso mi vengono i brividi.
    aspetto con ansia la recensione di "non sapevo di essere incinta", l'ho visto l'altra sera e avevo le lacrime agli occhi dalle risate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah quello l'ho seguito poco perchè le trasmissioni mediche le fanno sempre in seconda serata, ed effettivamente oscillano sempre tra il grottesco e il raccapricciante! :D
      La collana di palloncini... la regalerei a Barbara, ma con palloncini gonfi d'elio :D

      Elimina
  11. Tu mi fai morire, sei una fantastica scoperta! La Paola Marella è proprio lo stereotipo della milanese tipo, e dio sa quanto odio sentirla parlare.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...