martedì 27 novembre 2012

Pubblicità insopportabili #14 - Enfants prodige

Premialo con Haribo!
(Raccomandato da 9 madri di bambini prodigio su 10)
Se c'è una cosa delle pubblicità che proprio mi scalda il cuore, sono gli attori bambini assoldati al servizio del mefistofelico esercito del consumismo. Da fuori potrebbero anche sembrare dei bambini veri, con caschetti biondi e sbarazzini, lentiggini, occhietti lucenti e dentini da latte che affondano in soffici brioches al cioccolato, ma in realtà sono creature finemente addestrate a farci bene qualunque tipo di idiozia.
I bambini senza dubbio più surreali della televisione sono quelli che popolano le idilliache scene campestri della Mulino Bianco. Più che "il mulino che vorrei", i pubblicitari hanno pensato a "il bambino che vorrei", cioè un adulto in formato tascabile, con tanto di interessi e ossessioni tipici dell'età matura.


Per esempio, l'irritante bambino lentigginoso assaggia un biscotto preparato con amore da Antonio Banderas ed esclama: "Mmm.. che buoni signor mugnaio, ma come li fa?"
Ma come "come li fa?"! Ma stiamo scherzando?
A un bambino normale non gliene frega una macina di come si fanno i biscotti, nè tanto meno della provenienza delle uova. Un bambino normale è troppo impegnato a imbottirsi le guance come uno scoiattolo per chiedere con aria scettica se le colleghe della gallina Rosita siano allevate a terra oppure no.
Senza contare poi la bimbetta che afferma, tronfia: "Non lo mangio perchè è buono... lo mangio perchè è sano." E qui mi parte la pernacchia in automatico.
Restituite a questi bambini la loro infanzia!
Certi piccoli attori vanno persino oltre, arrivando a inscenare dialoghi inintellegibili degni di Samuel Beckett. Mi riferisco al simpatico bambino pugliese che duetta con Alessandro Gassman nei panni di un cameriere nella nuova pubblicità di Ferrarelle. Innanzitutto, fossi nel grembiule di Alessandro, esordirei con un: "Fuori dalla mia cucina." In secondo luogo, per quanto abbia visto e rivisto questo spot, non riesco ancora a capire il senso della sua comicità. A parte l'intrinseca simpatia du criatur, non capisco perchè dovrebbe mentire sul nome, dichiarando di chiamarsi Mario e poi rivelarsi Robertino, se questo è il suo vero nome.
Avanguardia pubblicitaria.


Decisamente pià basse le aspettative di Haribo riguardo l'infanzia. Nell'ultimo spot della nota ditta di dolciumi (che non sono riuscito a trovare su YouTube), la mamma decide di premiare con orsetto alla frutta il suo bambino, che ha appena ricevuto un "Bravo" dalla maestra.
Di fronte a questa scena molte mamme della mia famiglia - decisamente più esigenti - hanno storto il naso. E' vero che chi si accontenta gode... però!
Un "bravo" non è una valutazione così entusiasmante da festeggiare con una caramella gommosa. Un "Bravissimo, semplicemente eccezionale!!! Puoi chiedere a tua madre a quale banca del seme si è rivolta?!" scritto a penna rossa sul compito in classe suona decisamente meglio.
E poi magari un pacco intero di Haribo per essersi laureato con "110 e lode con pomiciata accademica."

20 commenti:

  1. A 5 anni ero veramente tontolona, arraffavo biscotti e caramelle e chissenefrega se 15 anni dopo mi avrebbero fatto venire la cellulite! Quello che rattrista me è che oggi non ci sono più i bambini di una volta.
    Ecco, l'ho detto, e ora mi sento profondamente vecchia...
    Elisa, labambinachemangiavabiscotticomeunoscoiattolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah non ti preoccupare, arraffavo biscotti e caramelle anch'io come se non ci fosse un domani! :D
      Questo perchè siamo persone reali! :D

      Elimina
  2. Ma che bello il tuo blog..
    Se ti va di unirti al mio dove parlo di cinema ne sarei veramente felice:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! Passerò volentieri dal tuo :)

      Elimina
  3. ahahahahha!! Raffy, tu mi fai davvero ridere!! Tra l'altro l'uso dei bambini è ancora peggiore se pensi che li infarciscono di prodotti industriali che andrebbe meglio evitare come la peste. Prova ad andare a leggere le etichette delle Haribo e vedere quante Exxx ci sono...
    sei proprio bravo e il tuo è un bellissimo blog ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee *_____*
      Farò più a caso alle etichette Haribo, d'ora in poi comunque :S

      Elimina
  4. Io da bambino chiedevo sempre informazioni sulla preparazione dei vari manicaretti...
    Ero un bimbo curioso.

    RispondiElimina
  5. Ommioddio ma allora non sono l'unica che non ha capito la pubblicita della ferarelle!!!
    E poi scusa(figlia sfigata di madre salutista) ma la bambina dove lo vede il sano nel flauto mulino bianco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha bene, temevo di essere io duro di comprendonio! :D
      Comunque non so neanch'io dove ci sia la salute in un flauto del Mulino Bianco.

      Elimina
    2. ma, ma, ma... tu mi segui dentro casa? praticamente dici quello che penso(ok no... strillo) tutti i pomeriggi!!! aspetto una puntata di "ma che c'è surreal time?" su renato ed il suo caro nipotino angelo(il mio nuovo 'idolo')
      l'unica pubblicità sopportabile è quella della pocket coffe di cui ascolto solo la colonna sonora per il resto dei loro viaggi in capo al mondo non me ne importa proprio:)

      Elimina
    3. Ho il sentore che verrai presto accontentata! :) Comunque ho provato a spiarti, ma essendo tu rimasta nell'anonimato, non sono sicuro di aver spiato proprio te... per caso guardi la TV vestita interamente di latex, seduta sulla schiena di un uomo nudo a quattro zampe?

      Elimina
    4. No io guardo la tv facendo i compiti di italiano, matematica e arte, soprattutto arte per questo che leonardo da vinci ha la faccia di buddy e l gioconda quella di renato (che bello!) quello che dici tu è il mio pupazzo di hello kitty

      Elimina
    5. Apprezzo la rielaborazione in chiave Real Time di "Notte prima degli esami" ahah :D

      Elimina
    6. Per l'esame aspetto giugno... Ora mi preparo alla verifica di scienze

      Elimina
  6. Adorabile come sempre... Personalmente quello che vorrei vedere nelle pubblicità sono i retroscena... Ma immagini il bimbo dei biscotti quanti se n'è mangiati per quella scena? No dai poveri peggio della bambina prodigio :)...

    Ti prego torna a parlare di rial time perché sei favoloso... A proposito ti consiglio la pagina Facebook "quelli che guardano rial time per criticare ogni programma" dove ho conosciuto il tuo blog.... Io mi sganascio dalle risate.... A presto raffy
    Baciotti Mya

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grazie, sarei presto accontentata con una nuova puntata di "Ma che c'è Surreal Time?"... anzi, prestissimo! :D Comunque non conoscevo questa pagina, mi sono subito iscritto! E' praticamente il mio habitat naturale! Non ho ben capito come hai fatto a scoprire il mio blog da lì, però... non ho visto link :S

      Elimina
    2. In pratica non so chi ha postato una delle tue puntate sul rial time... Trovi il link tra i vecchi commenti... Da li non ti ho più lasciato... Ora scusa ma corro a leggere la nuova puntata...

      Mya

      Elimina
  7. Ma veramente!!! Quelle pubblicità del Mulino bianco sono proprio patetiche....Banderas si è abbassato a tanto .___.
    Che tristezza veramente...
    Bravo Raffy, questa pubblicità odiosa mancava all'appello:)
    NB. anzi, te ne manca un'altra! Hai mai visto quella dei divani o altri complementi d'arredo, dove c'è quella ragazza che - con in sottofondo una cantilena insopportabile - prepara una sorpresa per il suo fidanzato? Ora il nome della ditta mi sfugge perchè cambio sempre canale quando inizia, tra l'altro è molto lunga come pubblicità, tipo televendita. Ti farò sapere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento di avere la tua approvazione, Bobo *____* Cmq penso di aver capito a quel spot ti riferisci, ma non ricordo neanch'io di cosa si tratta esattamente! La musica è così snervante che distrae da tutto il resto!!!!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...